Pietra refrattaria: Cos’è e a cosa serve?

Inviato da:

La pietra refrattaria fa davvero la differenza nella cottura della pizza, perchè prepararla ad hoc  è assai difficile.
In primis la colpa è del fornetto di casa, che non riesce a raggiungere le temperature tipiche di un forno a legna o professionale.
Per ottimi risultati, i tempi di cottura sono fondamentali perche se troppo lunghi la pizza risulterà spugnosa, alta e con aspetto e sapore ben lontano da quella delle pizzerie, lo stesso vale se si ha la sbagliata abitudine di stenderla in una leccarda unta di olio, perchè l’impasto dovrà risultare croccante e dorato e non unto e giù di tono.
Usando una pietra refrattaria tutti questi “inconvenienti” non accadranno più perchè permetterà al forno di casa di raggiungere temperature più elevate e giuste anche dopo averlo aperto per introdurvi la pizza.
Si riscopriranno così gli antichi e gustosi sapori in maniera semplice e veloce e senza il rischio di bruciature!

Ma vediamo adesso come usarla:
La pietra refrattaria deve essere appoggiata nel forno, su una griglia, posizionandola il più vicino possibile al grill ad una distanza massima di 10cm.
Quando il forno raggiungerà la giusta temperatura, accenderemo il grill e otterremo così una perfetta simulazione del forno a legna e la pizza andrà infornata per 4/5 minuti.
Una volta usata, la pietra refrattaria non va lavata perchè, oltre a non essercene bisogno in quanto arrivando a temperature altissime si sterilizza da sola, il lavaggio andrebbe a discapito del sapore finale della pizza.
Non resta dunque che procurarsi questa valida alleata e… Buona pizza a tutti!

2

Circa l'autore:

  Post Correlati
  • No related posts found.

Aggiungi un commento